Il Parco comunale e la Torretta del Dominu

Il Parco comunale e la Torretta del Dominu

Sul retro del Municipio, si apre il Parco del Dominu, dove sono stati ritrovati i resti di una necropoli preromana a incinerazione, con una ventina di sepolture disposte su tre file parallele. Al momento del ritrovamento, gli ossuari in argilla cotta conservavano frammenti di ossa del defunto e oggetti simbolici di accompagnamento, come fibule, perline di vetro e ambra, per le donne, armi, asce o coltelli per gli uomini. Questi reperti sono esposti al Museo Archeologico.

Il cimitero di epoca longobarda è contiguo alla necropoli.

Il Parco occupa parte dell’antica braida (terreno coltivabile) di proprietà dei signori Cigolotti, mercanti giunti a Montereale a inizio Seicento dall’Alto Garda per il commercio del legname che veniva trasportato per fluitazione dall’Alta Valcellina fino ai porti fluviali e a Venezia. Sono i Cigolotti a far edificare le mura a protezione della braida, con due torri, di cui quella del Dominu ancora visibile.

Scopri le altre meraviglie

monumento ai caduti Montereale Valcellina
Montereale Valcellina

Monumenti ai Caduti

A Malnisio il Monumento ai caduti con la solenne statua rappresentante l’Italia viene inaugurato il 4 novembre 1925 nella piazza antistante la chiesa, ma poi è ultimato solo nel 1933. Per fare spazio a quest’opera viene spostata la fontana del paese.

Maggiori informazioni