La Foresta regionale di Conte Ceconi

La Foresta regionale di Conte Ceconi

Tra le proprietà del Conte Giacomo Ceconi c’era anche una foresta. Gli eredi l’hanno donata all’Ente friulano di Economia Montana nel 1940 ed è passata poi alla Regione Autonomia Friuli Venezia Giulia. Uno degli accessi alla foresta si trova presso il Castello Ceconi.

Dal 2004 viene gestita in base alla certificazione PEFC, che ne attesta la sostenibilità. Dal 2007, per circa il 90% della superficie, circa mille ettari, è prevista la conservazione del contesto naturalistico con aree wilderness, dove l’intervento umano viene escluso o ridotto al minimo.

Qui domina la faggeta, ma sono presenti diverse altre essenze. Vi abitano molti animali, come il camoscio, il cervo, il capriolo, la martora, il tasso, la lepre alpina e moltissimi uccelli, tra cui l’Aquila reale.

Per maggiori informazioni sull’area wilderness:
https://www.wilderness.it/sito/area-wilderness-conte-g-ceconi/

Scopri le altre meraviglie

monumento ai caduti Montereale Valcellina
Montereale Valcellina

Monumenti ai Caduti

A Malnisio il Monumento ai caduti con la solenne statua rappresentante l’Italia viene inaugurato il 4 novembre 1925 nella piazza antistante la chiesa, ma poi è ultimato solo nel 1933. Per fare spazio a quest’opera viene spostata la fontana del paese.

Maggiori informazioni
Stretta di Pinzano
Pinzano al Tagliamento

La Stretta di Pinzano

All’indiscussa bellezza del paesaggio, la Stretta di Pinzano unisce caratteri di interesse scientifico di respiro nazionale. Per questo è annoverata tra i geositi della Regione Friuli Venezia Giulia

Maggiori informazioni
Roiello Pellegrin
Montereale Valcellina

Il roiello del Pellegrin

L’acqua corrente viene portata a San Leonardo Valcellina nel 1837 grazie all’intuizione di un contadino del luogo, Giovanni Antonio Dell’Angelo, detto il Pellegrin. Prima c’era la “laguna”, una pozza stagnante e malsana, alimentata dalle piogge, al centro della piazza.

Maggiori informazioni